Uno scherzo del destino

Tanto tempo fa
Un bambinello è nato
Per il Natale

Per parecchi anni
Felice fu Natale
Con te vicino

Sei diventato
Uomo meraviglioso
Nostra grande gioia

Poco tempo fa
Con straziante dolore
Vecchia Befana

Ti portò con Lei
Lasciandoci da soli
Tra le lacrime

(Jalesh)

Non ti scorderò mai…

Ascoltando “Non ti scordar di me” cantata di Giusy Ferreri

Non ti scorderò mai

Non ti scordar di me
ricorda come eravamo giovani
innamorati spensierati liberi
ci siamo ritrovati e così
cominciò la nostra storia
Non ti scordar di me
amore serenità complicità
regnava nel nostro nido
Arrivarono i nostri figli
felici trascorreva il tempo
Non ti scordar di me
Gli anni volavano sul nostro Amore
tutto scorreva sul fiume calmo
i capelli imbiancavano con Amore
arrivarono i primi dolori forti
ma noi resistemmo sempre insieme
diventammo nonni di una principessina
Non ti scordar di me
fino alla fine l’amore regnava
finchè un bel giorno il buio
Non ti scordar di me
Io non mi scorderò mai di te

Papavero

Immerso nel verde
di quegli anni
rosso come la passione
delicato come i tuoi petali
flessibile e forte
come il tuo stelo
impavido alle folate
di vento improvvise
questo era il nostro Amore

J.

L'immagine può contenere: fiore, pianta, natura e spazio all'aperto

Il piacere

Il piacere di averti incontrato tempo fa
Il piacere di averti avuto vicino nei momenti importanti
Il piacere di guardarti mentre leggevi il giornale
Il piacere di essere cresciuta insieme con il passar degli anni
Il piacere di sentire che mi appartenevi un pochino
Il piacere di essere stata tua e di nessun altro
Il piacere di sentire il tuo respiro mentre dormivi
Il piacere di averti baciato e stretto sul mio petto
Il piacere di aver condiviso gioie e dolori insieme
Il piacere di essere stata insieme dopo tanti anni
Il piacere di aver affrontato questo impervio cammino
Il piacere di dirti ancora quanto io ti possa amare
Il piacere di aver visto crescere i nostri figli e nipoti
Il piacere di invecchiare serenamente insieme
Questi sono i piaceri più belli della nostra vita
Oggi sono rimasta sola a vivere questo duro cammino

(Jalesh)

Camilla

Roma 12 Settembre 2010

Dolce Camilla
Fiorellino sbocciato
In un mattino

I tuoi petali
delicati profumati
Hanno lenito

Il mio grande dolore
Sfogliando lesta
Le pieghe del mio cuore

Sono cerulei
Mi sorridono lieti
I tuoi occhietti

Mi abbracciano
Le tue manine paffute
Sei la mia gioia

Principessina
Hai rubato il cuore
A Nonna e Nonno

Tanti auguri
A te Mamma e Papà
E Felicità

Giuseppe

Giuseppe mi hai lasciato. Te ne sei andato via in meno di 6 mesi e purtroppo la tua mente ormai non riconosceva più nessuno.  Hai lasciato un vuoto dentro di me e dopo 48 anni insieme non è facile andare avanti, ma lo sai mi conosci,  io il toro lo prendo dalle corna e lo domo. Spero con tutto il cuore che lassù hai potuto incontrare i nostri figli Valerio e Giuliano ed il solo pensiero mi rassicura e mi rende serena.  Il 21 ci sarà l’ultimo addio ed in questi giorni cercherò un posto tranquillo come eri Tu. Ti voglio bene

J.

Primo articolo…

Non potrei dimenticare Splinder per nessuna ragione al mondo. Infatti eccomi qui a creare un altro blog su questa piattaforma tanto amata. Iniziai nel 2002 su splnder, oggi sono anche su wordpress…ma il primo Amore non si scorda mai

Jalesh